RSS - Servizio Feed di www.NaturaOccitana.it Stampa Versione stampabile della pagina visualizzata. Segnala Invia questa pagina presso un indirizzo email.  

Convegno a Roma
Le Smart Cities si edificano sulla geologia

Ecco come è andata

Smart Cities

Roma, 19-21 Giugno 2014
Dipartimento di Scienze della Terra Sapienza
Università di Roma, Aula 11 - P.le A. Moro, 5

IV Convegno Nazionale Società Geologica Italiana - Sezione Giovani.
"Le Smart Cities si edificano sulla geologia"

NaturaOccitana, in collaborazione con l'Associazione Geoturismo, è orgogliosa di partecipare a questo importante appuntamento della Società Geologica Italiana, Sezione Giovani, con un intervento dal titolo: “Geoturismo nelle Alpi Occidentali: L'esempio della Valle Maira”, relatore Enrico Collo.
La relazione illustrerà i notevoli risultati ottenuti negli ultimi 16 anni per la promozione turistica della valle in questo particolare settore che racconta la storia del substrato su cui si edifica il paesaggio alpino, spaziando dai Ciciu di Villar San Costanzo al Sentiero dei Ciclamini di Macra; dal Monviso visto dal Colle di Sampeyre all'incredibile Vallone di Elva; da come si è giunti al riconoscimento dell'Altopiano della Gardetta fra i Patrimoni Geologici Italiani alla scoperta delle impronte di rettili triassici; dalla valorizzazione delle grotte di travertino del Bosco di Saretto alle spettacolari risorgenze carsiche delle Sorgenti del Maira; dall'origine del gruppo Rocca Castello-Provenzale alle Cascate di Stroppia.
Una valle ricca di eccellenze geologiche che l'accompagnatore naturalistico Enrico Collo, insieme all'associazione Geoturismo e all'Università di Genova, stanno promuovendo con una serie di iniziative di divulgazione e valorizzazione del territorio.

Universita La Sapienza di Roma
Università La Sapienza di Roma, sede del Convegno

In occasione del X anniversario di costituzione della Sezione Giovani della Società Geologica Italiana e in seguito al successo delle prime tre edizioni svoltesi in Sicilia, Campania e Valle D'Aosta, si terrà a Roma, il IV Convegno Nazionale dei Giovani Geologi, presso l'Università La Sapienza, dal 19 al 21 Giugno 2014, dal titolo “Le smart cities si edificano sulla Geologia”, con la partnership delle Università degli Studi La Sapienza e Roma Tre, INGV e di diversi Ordini Professionali.

Finalità del convegno è portare attenzione sull’importanza che direttamente ed indirettamente le conoscenze geologiche del territorio hanno avuto nella nascita e sviluppo di ogni città e abitato umano; il Convegno vuole analizzare la relazione tra conoscenza geologica e società urbana. La Geologia trova particolari implicazioni in settori economici rilevanti: ad esempio dallo studio pedologico si ottengono informazioni fondamentali per ottenere prodotti agricoli e vini di grande pregio. Relativamente alla valorizzazione del territorio e al turismo geologico, si affronteranno tematiche legate alla Geoconservazione e alle modalità di fruizione dei Geositi italiani, con esempi di eccellenza.

Dipartimento di Scienze della Terra a Roma
Università La Sapienza di Roma, Dipartimento di Scienze della Terra.

Programma degli interventi:

PRIMA SESSIONE “Geologia e siti urbani: il ruolo del geologo”
CHAIRMAN: Prof.ssa Donatella De Rita
Mario Tozzi (CNR-IGAG) – “L’importanza della Geologia nello sviluppo urbano”
Donatella de Rita (Uni. Roma 3) – “Le smart cities si edificano sulla Geologia: Roma e Napoli a confronto”.
Roberto Mazza (Uni. Roma 3) – “Quando il geologo non c’è”
Elena Carpentieri (Uni Roma 3) – “L’intelligente gestione del territorio dei Romani: il Circo Massimo”
Claudio Scarpati (UniNA) – “Storia eruttiva della citta di Napoli”
Carlo Rosa (Fondazione Ing. C.M. Lerici) – “Geologia urbana e archeologia, un vicendevole e proficuo interscambio di dati: il caso di Roma”
Mauro Lanzini (Presidente SIGEA Lazio) – “Il geologo in citta”
Alessandro De Lotto (ORG FVG) – Potenzialita professionali e contributo esclusivo del Geologo nelle casistiche urbane ed extraurbane”.
Rosa Maria Di Maggio (Geologia forense) – "Geologia forense: applicazioni e prospettive di una professione poco conosciuta"

SECONDA SESSIONE “Esiste ancora la ricerca di base?”
CHAIRMAN: Prof. Carlo Doglioni
Carlo Doglioni (Presidente S.G.I.) – “Un modello sull’origine dei terremoti”
Alessandro Pino (INGV) – "… ne' dolcezza di figlio, ne la pieta del vecchio padre, ne'l debito amore … "
Giancarlo Della Ventura (Uniroma 3) – “Applicazioni tecnologiche della mineralogia: un esempio del possibile uso dei minerali per lo stoccaggio della CO2”
Paola Tuccimei (Università Roma 3) – “L’uso del soil radon come tracciante della contaminazione da idrocarburi”
Giampaolo Cavinato (CNR - IGAG) – “Microzonazione sismica di Roma”
Carmine Vacca (SGI Sez. Giovani) – “Considerazioni preliminari sull’applicazione del metodo di Gavrilović in ambiente GIS per il calcolo dei sedimenti prodotti dal Bacino idrografico della Fiumara Stilaro (Calabria sud-orientale)”.
Giuseppe Cianflone (UniCal) – “Ground deformation due to tectonic, gravity, hydrogeological, and anthropic processes in the Sibari Plain and the Crati Valley (Calabria, South Italy) from InSAR data”
Giuseppe Gallo (UniPG) – “Siderite nodules in lacustrine clays of Dunarobba (Fosse Bianco Unit)
TERZA SESSIONE “Ambienti sostenibili, energie alternative e pianificazione territoriale”
CHAIRMAN: Dott.ssa Giuliana D’Addezio
Giuliana D’Addezio (INGV) – “Pianificazione territoriale: prevedere l’imprevedibile o prevenire i danni del probabile”
Gabriele Scarascia Mugnozza (Direttore D.S.T. - Sapienza) – “Il ruolo del Geologo nella prevenzione dei rischi urbani”
Lucrezia Casto (Regione Lazio: Protezione Civile) – “La pianificazione d'emergenza di protezione civile nella Regione Lazio”
Chiara Lesti (Geologi Senza Frontiere) – "Progetto Capace - El Salvador. Prima di una miniera: tutela ambientale, pianificazione territoriale e rapporto con le comunita locali"
Mauro Castelluccio (dottorando Roma Tre) – “L’approccio preventivo della Geologia  per la riduzione del rischio Radon, tramite la pianificazione territoriale e le norme costruttive”
Marco Giacopetti (Ph.D. Unicam - A.I.Geo) – “La pericolosita geomorfologica nel tratto medio – terminale del fiume Tronto (Marche meridionali)”
Marco Caporaletti (Geologi Senza Frontiere) - "Progetto Terra piu Sicura: i rischi geologici e la loro prevenzione spiegati agli studenti delle scuole secondarie di primo grado"
Federico Marini (UniFI) – “L’importanza della caratterizzazione geotecnica di un versante: un caso di studio dell’Appennino settentrionale (Italia Settentrionale)
Monia Procesi (INGV) – “Alternative or integrative resources? The option of the energy mix”
Lorenzo Liperi (Regione Lazio) – “La pianificazione territoriale nella Regione Lazio: il ruolo del geologo”
Matteo Salviati (Libero Prof.) – “La bonifica dei siti per la riqualificazione urbana”

QUARTA SESSIONE “Dalla Terra alla tavola: geositi e geoturismo”
CHAIRMEN: Prof. Mario Valletta - Gianvito Graziano
Gianvito Graziano (Presidente C.N.G.) – “Geoturismo: nuove opportunita professionali per i Geologi”
Rodolfo Coccioni (Uni Urbino) – “Geologia e Gusto: Un singolare percorso di alta formazione per “Narratore del Gusto e della Cultura, Comunicatore del Benessere e Selezionatore delle Tipicita italiane”
Enrico Collo (Geoturismo – Natura Occitana) – “Geoturismo nelle Alpi Occidentali: L'esempio della Valle Maira”
Michele Concas (Roma sotterranea) – “I sotterranei di Roma: geositi e turismo”
Maurizio Lanzini (Presidente SIGEA Lazio) – “I geositi Urbani della Citta di Roma. Fra geologia, paesaggio e memoria”
Antonello Lezziero (SGI Sez. Giovani ) – “Geovalorizzazione e fruibilita di un geosito: il caso del Banco Fluoritico ed edificio vulcanico di Santa Maria di Sala (Riserva Regionale Selva del Lamone)”
Alessia Pica (A.I.Geo) – “Patrimonio geologico, valore geoturistico e proposta di itinerari nell'area di Trisulti di Collepardo (Monti Ernici, Lazio)”
Luca Govoni (Scuola ALMA – Scuola Internazionale Cucina Italiana) – Macroregioni e microclimi. Un approccio geogastronomico”

Se interessato, leggi gli abstract del convegno

Enrico Collo e il geoturismo in Valle Maira
Enrico Collo (GeoturismoNaturaOccitana“Geoturismo nelle Alpi Occidentali: L'esempio della Valle Maira”

Abstract dell'intervento:
La Valle Maira si trova in Piemonte, sulle Alpi Cozie della Provincia di Cuneo.
A partire dal 1998, grazie al lavoro coordinato del prof. Michele Piazza del DIPTERIS dell’Università di Genova, del geologo Matteo Garofano presidente dell’associazione Geoturismo e del geologo accompagnatore naturalistico Enrico Collo, sì è iniziato un progetto di valorizzazione delle risorse geologiche del territorio.
Nel 2001 il primo risultato importante, con il riconoscimento dell’Altopiano della Gardetta nel comune di Canosio fra i Patrimoni Geologici Italiani, grazie all’eccezionale stato di conservazione a bassissimo grado metamorfico degli affioramenti della zona Brianzonese, testimonianti la lacerazione della Pangea e l’origine dell’oceano alpino della Tetide. Sullo stesso altopiano, nel 2008, durante la consueta campagna geologica annuale degli studenti dell’Università di Genova, sono state rinvenute le impronte di un rettile triassico, il Ticinosuchus ferox, garantendo un notevole impatto mediatico alla scoperta.
Dal 2006, con l’associazione Geoturismo, vengono organizzate escursioni geologiche con un censimento delle meraviglie paesaggistiche del territorio, fra cui le piramidi di terra dei Ciciu di Villar San Costanzo, l’orrido terribile del Vallone d’Elva, la straordinaria vista del Monviso dal Colle di Sampeyre, l’imponente sperone roccioso della Rocca Castello e Provenzale, lo spettacolare salto delle cascate di Stroppia fra le più alte in Italia, le suggestive grotte di travertino nel bosco di Saretto, le impetuose Sorgenti del Maira originate da un sistema carsico particolare.
Nel 2009 la Provincia di Cuneo ha promosso un progetto di turismo geologico che, fra le altre azioni, ha portato alla pubblicazione di un volume che descrive le peculiarità dei geositi della Valle Maira; dal 2010 inizia un nuovo progetto di “Scuola di montagna” con la società idroelettrica Maira Spa, a  partecipazione mista pubblica e privata; nel 2012 il Comune di Marmora inaugura il Museo di Geologia della Gardetta; nel 2012-13 in collaborazione con le Università di Genova, Torino e del Piemonte Orientale, il Museo di Scienze Naturali di Torino e l’Ordine dei Geologi si organizzano due convegni nazionali a Villar San Costanzo a cui vengono invitati tutti i comuni italiani che ospitano sul proprio territorio delle piramidi di terra, portando ad un nuovo tipo di gestione turistica della Riserva Naturale dei Ciciu.
Grazie al coinvolgimento del CAI, associazioni escursionistiche, tour operator, proposte di accompagnamenti naturalistici, progetti didattici rivolti alle scuole, articoli su giornali e riviste specializzate, pagine internet sui siti istituzionali, la valle – universalmente riconosciuta dal turismo internazionale per il suo carattere naturalistico – può oggi inserire il geoturismo fra i suoi riferimenti di richiamo per vivere una vacanza all’insegna della natura e della cultura ambientale.

Enrico Collo
"Acqua, rocce ed energia" uno dei progetti didattici della valorizzazione del patrimonio geologico e naturalistico in Valle Maira,
in collaborazione con la Maira SpA e il Rifugio Campo Base di Acceglio
Conferenza geoplanetaria
Conferenza "Geologia planetaria: un viaggio nei corpi del Sistema Solare"
Moderatore: Mario Tozzi (CNR-IGAG)
Relatori: Francesco Salese (IRSPS, UdA), Gian Gabriele Ori (IRSPS, UdA), Enrico Flamini (ASI), Gaetano Di Achille (INAF), Giacomo Filippo Carrozzo (INAF)
Mario Tozzi
Escursione geo-naturalistica nel Parco Regionale dei Castelli Romani
Donatella DE RITA

Escursione geonaturalistica alla scoperta del Vulcano laziale a sud di Roma, condotta dalla prof.ssa Donatella DE RITA (Uni. Roma 3)

cava di pozzolane
 La cava di pozzolane nere e rosse , prodotte da violente eruzioni vulcaniche (nubi ardenti) che modificarono il corso del Tevere, deviandolo verso nord.
Via Appia
Un tratto della Via Appia, costruita sopra una colata di lava che collegava Roma alla città di Albalonga.
Lago Albano e Castel Gandolfo
Il lago Albano, di chiara origine vulcanica, con sullo sfondo Castel Gandolfo.
Tuscolo
Veduta d'insieme della caldera vulcanica dei Colli Albani.
Tuscolo
Spiegazioni storiche e geologiche nel "Parco dei Castelli Romani", nell'area archeologica del Monte Tuscolo.
INGV Roma
Visita alla sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).
INGV Roma
Visita alla sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia:
la telefonata alla Protezione Civile durante il prossimo terremoto in Val Maira partirà da qui...
INGV Roma
Visita alla sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia:
 la dott.ssa Giuliana D'Addezio spiega come vengono gestite le emergenze sismiche dalla sala di controllo.
INGV Roma
Visita alla sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: terremoto in atto!
Tramonto su Roma
Tramonto su Roma dal Gianicolo al solstizio d'estate.

Per proposte e informazioni: 349.7328556 - Enrico Collo

 
Valle Meraviglie Convegno a Roma Convegno CiciuFestival Geologiaeturismo Geogirovagare Cilento Lanzarote
Convegno a Roma - creata (24/06/2014) - modificata (08/07/2014) - vista 5857
Tutti i contenuti del sito sono di proprietà di NaturaOccitana, e non possono essere riprodotti senza esplicita autorizzazione.

NaturaOccitana di Enrico Collo, Via Copetta 16 - 12025 Dronero (CN), P.I. 02841370048
Accompagnamenti e consulenze naturalistiche - info@naturaoccitana.it